Articoli principali

21 marzo 2012

Monday Tunes: quel surf riverberato che viene dalla periferia

Per essere osanati da Pitchfork non basta aver sfornato un paio di pezzi orecchiabili e alla moda, bisogna avere qualcosa da dire, e i Real Estate l’hanno ampiamente dimostrato già con il primo omonimo album nel 2009. Sono di Ridgewood, New Jersey, vengono dalla noiosissima periferia della periferia americana, dove sfuggire ad un impiego da Kmart non è un’impresa facile; ma nascosti sotto sfuggenti riverberi e sottili delay si sono fatti strada fino a New York dove nel 2010, a meno di un anno dal debutto, firmano per la Domino e confermano quanto numerosi blog avevano già previsto.

20 marzo 2012

Il gatto pianista e il compositore che lo prese sul serio

Nora è un soriano adottato nel 2006 da una famiglia del New Jersey e apparso, l’anno successivo, in uno degli innumerevoli video felini presenti su YouTube. Nel video, divenuto nel corso dei mesi celebre come altri illustri meme (Keyboard Cat e Nyan Cat tra gli altri), Nora suona note a caso sulla tastiera di un piano a coda in un salotto casalingo.

Per quanto sia incerto se l’insolito comportamento sia o meno incoraggiato dai suoi proprietari, Nora ha attratto l’attenzione di milioni di visitatori ed è in seguito apparsa in altri video simili, come solista o in duetti con pianisti umani. Ma la sua prima collaborazione illustre è del 2009 con Mindaugas Piečaitis, un compositore lituano, che ha costruito un breve concerto intorno alla performance di Nora. Il concerto, che vede la partecipazione di Nora in forma di video, è un bizzarro equilibrio tra musica da camera e pareidolia musicale.

12 marzo 2012

Monday Tunes: Erik Wøllo, il veterano dell’ambient norvegese

Se esiste una data di nascita dell’ambient, Erik Wøllo è attivo da quel giorno. Erik, 51 anni, è stato un pioniere della performance solista con basi campionate e chitarra prima che si diffondessero synth e computer. Quasi sconosciuto al grande pubblico, collabora silenziosamente con registi e compagnie teatrali sotto pseudonimi usa e getta. Dice che di fronte alla sua musica si deve rimanere indifferenti, quindi se questo pezzo vi piace state sbagliando qualcosa.

5 marzo 2012

Monday Tunes: tempeste di luce a Los Angeles

È abbastanza strano che Chelsea arrivi dalla assolata Los Angeles. Ma, come lei stessa ama dire, la sua musica sta proprio nel punto in cui luce e tenebre si incontrano. Riff blues, batterie ossessive, voci sognanti e atmosfere cupe si mescolano e creano momenti intimi e personali. Poi ad un certo punto la musica di Chelsea Wolfe non si riesce più a distinguere dai propri pensieri. Un po’ ambient e un po’ pop, quello che importa è lasciarsi trasportare dal Sunstorm, la tempesta di luce, salire su queste 4 note di pianoforte e farsi sbattere piacevolmente da una parte all’altra della propria testa. Continua a leggere

27 febbraio 2012

Monday Tunes: gli Alcest e il lato dolce del black metal

Le contaminazioni in ambito musicale spesso portano cose buone. Alcest nasce come progetto di musica estrema degli ex Peste Noire Neige, Argoth e Famine per approdare dopo qualche anno ad un genere poco etichettabile fatto di chitarre ora eteree ora decise mescolate a voci pulitissime. Il risultato è una suggestione di suoni esasperati dal contrasto tra la delicatezza delle linee vocali e i ronzii black metal. L’ultimo album è appena uscito, ma niente come Souvenirs d’un Autre Monde del 2007 coglie l’essenza di questa band francese.

20 febbraio 2012

Monday Tunes: c’era una volta Lisa, la foresta e il banjo

Il suo primo e unico album, Wild & undaunted, non solo è stato acclamato da Mojo come il miglior album folk del 2007 ma è stato uno dei dieci più venduti nel Regno Unito nello stesso anno. Lisa Knapp vive da sola in mezzo a una foresta nel Kent dove compone le sue strofe e suona il banjo nel suo piccolo studio. Nei suoi testi parla di natura e amore, di giornate piovose e folletti ed emoziona in modo naturale e semplice, non si sa come.


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS