Articoli principali

23 novembre 2011

Le foto di Robert Mapplethorpe allo Spazio Forma

Per la prima volta a Milano, lo Spazio Forma ospita una retrospettiva dedicata a Robert Mapplethorpe, fotografo tra i più controversi del secolo scorso. L’esposizione raccoglie 178 fotografie, dalle prime polaroid di inizio anni Settanta agli scatti degli ultimi anni di vita. Mapplethorpe ha saputo ritrarre la New York della pop art e della liberazione sessuale attraverso le facce e i corpi dei protagonisti di quel cambiamento: Patti Smith, sua musa e compagna fino al 1974, Andy Warhol, Grace Jones, Keith Haring. Alla fine degli anni Settanta ha cominciato ad interessarsi alla scena BDSM della città e ha scattato le foto più impudenti della sua carriera. La ricerca di una perfezione classicheggiante e il gusto grafico della composizione trovano la massima espressione negli still life floreali e nei nudi, numerosissimi e spesso omoerotici, e in particolare nella serie dedicata a Lisa Lyon, la prima campionessa del mondo di bodybuilding.

Lo Spazio Forma si trova in Piazza Tito Lucrezio Caro 1. La mostra inaugura alle 18.30 di giovedì 1 dicembre e resterà aperta fino all’8 aprile. Per maggiori informazioni visitate il sito dello Spazio.

Nella prossima pagina ci sono delle foto un po’ not safe for work, quindi occhio.

17 novembre 2011

John Lasseter al Teatro Dal Verme

Grande evento a Milano: Meet the Media Guru ha organizzato un incontro pubblico con John Lasseter, direttore creativo di Walt Disney & Pixar Animation Studios nonchè papà di Toy Story. L’evento, non a caso, precede l’inaugurazione della mostra Pixar – 25 anni di animazione, che dopo il MoMA di New York e un tour internazionale, dall’Australia all’Estremo Oriente, arriva in anteprima europea al Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano. L’esposizione esplorerà i dietro le quinte e la storia dello studio d’animazione californiano, da Luxo Jr, primissimo cortometraggio del 1986 in cui compare la celebre lampada da scrivania, fino a Brave, nei cinema la prossima estate.

L’appuntamento con Lasseter sarà lunedì 21 novembre alle 21 presso il Teatro Dal Verme, in via San Giovanni sul Muro 2. Per partecipare alla serata bisogna registrarsi qui; l’ingresso è gratuito. Sarà possibile seguire l’incontro in streaming, qui trovate tutte le informazioni a riguardo. La mostra verrà inaugurata mercoledì 23 e resterà in città fino al primo febbraio.

Per approfondire vi consiglio di fare un salto sul blog di Meet the Media Guru, pieno di ottimo materiale, ma prima non perdetevi Lasseter e la sua collezione di 374 camicie hawaiane.

27 giugno 2011

Rafaël Rozendaal alla Gloria Maria Gallery di Milano


Gloria Maria Gallery presenta a Milano la prima personale in Italia di Rafaël Rozendaal, artista metà olandese e metà brasiliano di cui abbiamo già parlato qualche tempo fa. È diventato famoso con i suoi siti interattivi, tipo questo, ma soprattutto ha scoperto un meccanismo economico molto astuto: vendere l’indirizzo internet su cui ospita le animazioni per rendere l’opera un pezzo unico “tangibile”. Tra i suoi progetti recenti c’è un’iniziativa molto interessante che è stata presentata anche alla Biennale di Venezia di quest’anno: si chiama BYOB (“Bring Your Own Beamer”), ovvero ognuno porta con sé un proiettore e proietta quello che vuole nello spazio espositivo.

La mostra di Milano si chiama «To Walk The Night» e secondo il comunicato sarà un’installazione di «disegni e specchi» — non ci siamo ancora stati. Dal 26 maggio al 25 luglio in via Watt 32, aperto da lunedì a venerdì dalle 14 alle 19.

16 giugno 2010

Stanley Kubrick, Fotografo 1945-1950


In prima mondiale al Palazzo della Ragione (piazza Mercanti 1) di Milano saranno esposte 200 fotografie realizzate da Stanley Kubrick dal 1945 al 1950. Nei suoi scatti, realizzati quando appena diciassettenne, celebri personaggi come Rocky Graziano e Montgomery Clift o inquadrature fulminanti e ironiche di New York City. Chiuso lunedì mattina, aperto tutti gli altri giorni dalle 9.30 alle 19.30 (apertura straordinaria il giovedì fino alle 22.30).

La mostra resterà aperta fino al 15 luglio. Ingressi a 8,50 €  intero e 7 € per studenti. Per tutte le informazioni date un’occhiata qui. — Via

16 giugno 2010

Erwin Olaf e Phil Stern in mostra allo Spazio Forma di Milano

Inaugurano oggi mercoledì 16 giugno alle 19.00 presso lo Spazio Forma a Milano (piazza Tito Lucrezio Caro 1) due mostre fotografiche dedicate ad Eriwn Olaf e Phil Stern. Entrambe le mostre saranno aperte dal martedì al venerdì dalle 11.00 alle 21.00 (apertura fino alle 23.00 il giovedì e venerdì sera). Il biglietto d’ingresso intero è 7,50 €, il ridotto a 6,00 € con tessera universitaria.

Vite private è la prima personale di Erwin Olaf in Italia e presenta sei serie realizzate: Rain, Hope, Grief, Fall, Dawn e Dusk e Hotel. Piccole anteprime del suo lavoro sono disponibili on-line su questo sito.

Vero genio della moderna fotografia di ritratto, l’olandese Erwin Olaf mischia in modo unico il reportage giornalistico con la foto realizzata in studio e il ritratto posato. Le sue immagini, sempre perfette, sono il frutto di una creazione unica in grado di progettare e realizzare per ogni fotografia, così come per ogni fotogramma di un film, una storia elaborata e avvincente. La scena preferita da Erwin Olaf è la dimensione privata: l’interno delle case, i colloqui quasi silenziosi, gli sguardi e le atmosfere, spesso ispirate ai film anni Cinquanta, in cui fa muovere i protagonisti delle sue creazioni.

Sulla scena è invece il titolo della mostra dedicata a Phil Stern, anche questa prima personale in Italia. Il fotografo nasce nel 1919 a New York da una famiglia di ebrei russi immigrati negli Stati Uniti. Prima ragazzo di bottega, poi reporter di guerra e infine ritrattista dell’epoca d’oro di Hollywood, quella del successo, delle major e dei grandi divi.

Maestro del reportage in bianco e nero, Phil Stern ha immortalato innumerevoli grandi divi del cinema e dello spettacolo americano.
Amico personale di James Dean, sue sono tra le foto più significative del grande attore prematuramente scomparso. Così come suo è forse uno dei ritratti più intensi di Marilyn Monroe e innumerevoli foto di scena.

Ciò che caratterizza le sue foto  è quel miscuglio contraddittorio di ironia e distacco, ammirazione ed empatia che Stern sente ed esprime nei confronti del soggetto che fotografa. In una Hollywood allegra e spensierata ma anche insolita e bizzarra, patinata e perfetta eppure, improvvisamente, fragile, dolce e disarmante.

16 giugno 2010

I protagonisti del design italiano si raccontano al Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro

A Pesaro, durante la Mostra Internazionale del Nuovo Cinema, saranno proiettati al Centro Arti Visive Pescheria quindici documentari che raccontano tra interviste, materiali d’epoca, contributi filmati e fotografie alcuni tra i più importanti designer italiani.

L’iniziativa, curata in collaborazione con il network Ultra Fragola, è un’occasione da prendere al volo per ascoltare i progettisti raccontare sé stessi, il proprio design e la propria storia in prima persona.

Si raccontano davanti alla macchina da presa alcuni grandi artefici del Made in Italy: da Giancarlo De Carlo a Vico Magistretti, da Achille Castiglioni a Vittorio Gregotti, da Ettore Sottsass ad Alessandro Mendini, fino ai più recenti Michele De Lucchi, Italo Lupi e Maddalena De Padova. Una lunga stagione italiana, dal dopoguerra al boom economico, è ripercorsa attraverso i ricordi di questi personaggi. La loro formazione, le passioni e le idee, i progetti, gli incontri, i viaggi e tanti passaggi di vita fondamentali che ci danno un’immagine vivissima del nostro Paese.

Come eravamo, in un epoca in cui architetti e designer incontrarono imprenditori illuminati e insieme contribuirono al successo dello stile italiano nel mondo. [...] Filo conduttore della rassegna è un viaggio nelle origini del Design italiano: il taglio personale dato a questi documentari,unici nel loro genere, crea un approccio più diretto alla conoscenza dei protagonisti attraverso esperienze di vita vissuta.

Proiezioni ad orario continuato dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19.30 tutti i giorni da sabato 19 a domenica 17 giugno. Per tutte le informazioni qui.


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS