Articoli principali

19 giugno 2012

These Americans, frammenti fotografici di vita statunitense

These Americans è nato nel 2009 come progetto fratello di American Suburb X, un magazine (spesso not safe for work) creato da Doug Rickard per raccogliere serie fotografiche, interviste e articoli del passato. Da questa enorme massa di documenti, These Americans raccoglie e pubblica il materiale che racconta il passato degli Stati Uniti e degli statunitensi. Dai ritratti di famiglia e i documentari d’autore si precipita verso le gli incidenti mortali, gli ospedali psichiatrici e i linciaggi pubblici (state attenti, leggete i titoli prima di cliccare). Dall’«about us»:

[These Americans is] a visceral American narrative. Carefully handmade from American materials. Built by obsession.

L’intento iniziale era di creare un archivio ordinato e filtrabile (per stato, tema, annata, ecc) che raccogliesse spunti provenienti, tra l’altro, da archivi ufficiali (Biblioteca del Congresso, Smithsonian, New York Public Library, …) ma poi, forse per entropia, forse per scelta, le fotografie sono state buttate dentro un po’ distrattamente e ora ci si orienta per macro categorie. Niente di male comunque, è un po’ come vagare in un mercato delle pulci.

Ecco una decina di serie che vi consiglio di guardare:

. i ritratti in polaroid di Andy Warhol;

. American Blackface, una serie dedicata all’usanza, in voga fino agli anni Sessanta, di truccarsi la faccia di nero e le labbra di rosso come caricatura dell’afro-americano;

. foto di pin-up per stereoscopio, anni Cinquanta;

. gli ultimi prigionieri che lasciarono Alcatraz, 1963;

. ragazzine alla scuola di danza;

. una serie dedicata al trasferimento e all’internamento di 11.000 giapponesi residenti sulla west coast nel 1942, dopo l’attacco a Pearl Harbor. Sempre sul tema, qui trovate il reportage di Dorothea Lange;

. una collezione di vecchie fototessere;

. anziani ex schiavi afro-americani, anni Trenta;

. i poligami di Short Creek;

. le fotografie di Oscar Grossheim, documentarista e ritrattista dell’Iowa vissuto tra il 1862 e il 1954.


Vuoi condividere questo articolo?

Lascia un nuovo commento


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS