Articoli principali

20 giugno 2012

Ma come fate a sapere quanto è grande il Sole?

Quando il professor Brian Cox sulla BBC o il nostro Piero Angela parlano dei miliardi e miliardi di chilometri che ci separano dagli oggetti celesti che vediamo nel cielo notturno c’è una cosa che non raccontano mai: come facciamo a conoscere queste distanze.

Per fantastiche che siano le immagini di nebulose e galassie, i secoli di ricerca, idee geniali e progressi tecnici che ci permettono di misurarle meritano altrettanta attenzione. Fosse anche solo per dare una risposta ai telespettatori che, con gli occhi sgranati e la bocca spalancata, continuano a chiedersi come facciamo a conoscere la dimensione del Sole o la distanza delle stelle, la velocità a cui si muovono le galassie o quella a cui si espande l’universo.

Il Reale Osservatorio di Greenwich è un’antica istituzione astronomica e astrofisica inglese dalla quale l’omonimo meridiano ha preso il nome. In occasione del recente transito di Venere (un evento di particolare interesse nel XVII secolo perché permise di determinare per la prima volta con una certa accuratezza la distanza Terra-Sole) l’Osservatorio ha distribuito un breve, delizioso filmato che, a partire dalla semplice trigonometria ci guida attraverso la tecnica della parallasse e delle cosiddette candele standard, fino ad arrivare all’effetto Doppler.

Vuoi condividere questo articolo?

Lascia un nuovo commento


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS