Articoli principali

6 aprile 2012

Esibizionisti, voyeur e uno sguardo lungo dieci minuti

Shizuka Yokomizo è una fotografa che a fine anni ’90, cioè quando l’idea che ci fosse un’intimità insospettabile tra gli sconosciuti non era ancora del tutto scontata, ha curato un progetto chiamato Stranger. Se ne andava in giro per Berlino, New York, Tokio e un paio di altre città cercando case con grandi finestre al piano terra. A questo punto lasciava una lettera anonima nella cassetta della posta che faceva più o meno così:

Caro sconosciuto, sto lavorando a un progetto che riguarda persone che non conosco. Una della prossime sere posizionerò la mia macchina fotografica fuori dalla tua finestra, nascosta da qualche parte.
Se non ti disturba l’idea di essere fotografato per favore mettiti in piedi al centro della finestra e guarda fuori, precisamente tra le [data] e le [data]. Resterò lì per dieci minuti, farò una fotografia di nascosto poi me ne andrò. Se troverò chiuse le tende capirò che non sei interessato

Come avrete capito le fotografie non sono immagini rubate quanto il risultato di un accordo e di un (lungo) momento condiviso tra i due, qualcosa al confine tra esibizionismo e voyeurismo. «Quei dieci minuti di attesa – dice lei — sono un’esperienza interessante, essendo notte chi guarda fuori cercando me in realtà si confronterà con sé stesso riflesso nel vetro». Quando dice che il processo è «very emotionally demanding» non faccio fatica a crederle. Se volete saperne di più qua, qua e qua ci sono alcune analisi che potrebbero esservi utili.












Vuoi condividere questo articolo?

Ci sono 1 commenti

  1. Io vi adoro proprio. Le figate che scopro sul vostro sito non saprei dove andare a cercarle. Mi dispiace solo che sia in italiano, perchè mi sentirei più figo ed intellettualoide a leggerlo in inglese, quindi forse questo italiano ha un gran significato: orgoglio. Non so da dove vi venga ma ragazzi vi stimo tantissimo. continuate così

    scritto da carlo il 5 maggio 2012 alle 23:34

Lascia un nuovo commento


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS