Articoli principali

7 marzo 2012

Una fotografia lunga un intero mese

Mi sono imbattuta per caso in un oggettino dalla forma curiosa: sembra un comunissimo tappo, vuole farsi chiamare One Month Camera e sostiene di essere una macchina fotografica stenopeica. La stenoscopia è una tecnica fotografica semplicissima: un piccolo foro in un contenitore buio (il tappo in questo caso) lascia filtrare la luce che impressiona il supporto fotosensibile, la carta. In pratica è la più rudimentale delle macchine fotografiche.

In base alle dimensioni e forma dell’ambiente oscuro (cioè della camera stenopeica, detta anche pinhole) si possono ottenere diverse deformazioni del soggetto fotografato. Ma il progetto One Month Camera vuole fare un’altra cosa: cerca di catturare il tempo che scorre.

Ho dimenticato una normalissima pinhole sul balcone per due mesi. Quando l’ho ritrovata e ho sviluppato la foto non potevo credere al risultato

racconta Oliviero Crippa, fondatore di One Month Camera.

Lavoravo già da tempo con la tecnica stenopeica, ma sempre su brevi tempi d’esposizione. Quando ho capito che la carta reagiva molto bene anche alle lunghe esposizioni ho cominciato a chiedermi come poter sfruttare questa possibilità.

La pinhole, grazie alle sue misure ridotte, può essere posizionata ovunque (anche se è consigliato esporla in esterno per ottenere dei risultati più nitidi). L’idea è quella di realizzare una singola fotografia che impiega un mese per “formarsi”, un fotogramma che testimoni tutto ciò che muta e cambia durante questo lasso di tempo. La scelta di un mese non è casuale, non solo la carta riesce ad impressionarsi perfettamente ma comincia anche un processo di decadimento del supporto fotosensibile. Che, a seguito di sviluppo e fissaggio, consente di ottenere effetti cromatici inusuali.

L’obiettivo è coinvolgere più persone possibili e realizzare una mostra con tutte le foto scattate. I risultati ottenuti fino ad ora, visibili qui, dimostrano bene quanto sia versatile la tecnica e quanto sia possibile sperimentare. Io, ad esempio, ho montato due One Month Camera molto vicine tra loro sulla facciata d’ingresso di casa, in modo che inquadrassero il viale (la pinhole mette a fuoco da 0 a 30 metri) e ho ottenuto due foto non solo stenoscopiche ma anche stereoscopiche.

Sono le prime due immagini qui sotto, insieme a una selezione delle migliori fotografie dal sito di One Month Camera. Se cliccate si ingrandiscono.

 


Vuoi condividere questo articolo?

Ci sono 1 commenti

  1. molto interesante

    scritto da mauro villone il 9 marzo 2012 alle 10:28

Lascia un nuovo commento


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS