Articoli principali

19 gennaio 2012

Nel giorno più triste dell’anno, un giornale di buone notizie

Forse non ve ne siete nemmeno accorti, forse sì. Lunedì 16 gennaio, secondo una formula più scema che seria, era il giorno più triste dell’anno. L’agenzia creativa The Church of London, per combattere il malumore, ha distribuito gratis in tutta la città 10.000 copie di The GOOD Times, 28 pagine di buone notizie e belle storie. Il sottotitolo è: like news, only better.

«Il 2011 è stato un anno duro per noi,» dicono quelli di Church of London «e abbiamo deciso di iniziare il 2012 con un progetto editoriale che non solo ci ricordasse perché amiamo quello che facciamo, ma che celebrasse anche tutto quello che abbiamo imparato negli scorsi anni.»
Scritto, illustrato, impaginato e stampato in sette giorni grazie a un po’ di amici e volontari, il giornale contiene un mucchio di roba interessante. Tipo: le sorprendenti risposte (a pagina 4) dei bambini del Ministry of Stories alla domanda “cosa faresti se governassi il mondo?” O l’immancabile, ma interessante, articolo sull’approccio slow alla vita (pagina 6). E poi tre storie di persone che fanno cose a mano, offline e solo per il gusto di divertirsi (Pagina 16). C’è anche un’intervista a Dave Eggers (pagina 21) e un articolo su degli occhiali a liquido che potrebbero correggere la vista di 153 milioni di persone nei paesi in via di sviluppo (pagina 23). Il paginone centrale è la foto di un cucciolo.

The GOOD Times si può leggere online oppure scaricando il pdf (consigliato, pesa 26 mega). Se volete la versione di carta potete comprarla per 3 sterline.

Vuoi condividere questo articolo?

Lascia un nuovo commento


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS