Articoli principali

28 dicembre 2011

Júzcar, una città stravolta dai Puffi (e dalla Sony)

Circa sei mesi fa l’ufficio marketing di Sony Pictures ha pensato che colorare di blu puffo un’intera città sarebbe stata la trovata promozionale vincente per l’uscita del nuovo film sui Puffi. Questa sorte è toccata a Júzcar, un paesino vicino a Malaga dove oggi le lapidi sono color azzurro cielo.

La settimana scorsa, dopo 150 giorni di blu, gli abitanti della cittadina spagnola hanno deciso di rendere il cambiamento permanente. Le ragioni sono ovvie e tutte commerciali: in un anno sono passati da 300 turisti a 80.000 visitatori.

Al di là della strategia pubblicitaria provocatoria, è interessante come un brand abbia involontariamente stravolto l’economia di una città, trasformandola per sempre in un parco a tema che vive di maratone, matrimoni blu, mostre, fiere e altre occasioni ghiotte per i fan più accaniti dei «Los Pitufos».

A un paio di giorni dai risultati del referendum il sindaco di Júzcar risponde ai dubbi sollevati dai media: “I nostri amici blu sono dei convinti ecologisti e sono grandi appassionati di funghi, proprio come noi”.

Vuoi condividere questo articolo?

Lascia un nuovo commento


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS