Articoli principali

8 novembre 2011

Un litro di luce: usare bottiglie di plastica come lampadine

Isang litron liwanag in filippino significa un litro di luce. È questo il nome del progetto che la Fondazione MyShelter sta attuando negli slum di Manila con lo scopo di illuminare (di giorno ma non di notte) un milione di case entro la fine del 2012 in maniera semplice e sostenibile.

Gli ingredienti sono quattro: una bottiglia in PET che funge da bulbo riempita con acqua purificata, attraverso cui la luce si rifrange; sale, per rallentare l’evaporazione dell’acqua; e candeggina, per impedire la formazione di batteri e muffe. Il risultato sono lampadine naturali della durata di due anni in grado di rischiarare a costo quasi zero l’abitazione di migliaia di famiglie abituate a vivere nel buio.

Una buona lezione di appropriate technology, che non poteva passare inosservata a un brand come Pepsi, da qualche anno partner dell’iniziativa. Il progetto è nato da un’idea dell’inventore brasiliano Alfredo Moser e come detto ha un unico limite: le lampadine funzionano di giorno ma non di notte, come si potrebbe erroneamente dedurre dal video di presentazione.

Vuoi condividere questo articolo?

Ci sono 1 commenti

  1. applicazioni industriali?

    scritto da Ai@ce il 15 novembre 2011 alle 22:56

Lascia un nuovo commento


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS