Articoli principali

26 ottobre 2011

Come diventare un ingegnere biochimico giocando ai videogames su internet

“Ci sono due modi per diventare un ingegnere biochimico: studiare duro e guadagnarsi un dottorato o giocare ai videogame”. Questo è il pensiero di Adrien Treuille e dei suoi collaboratori, inventori di Foldit, un gioco on-line che dal 2009 sfrutta l’intelligenza dei videogiocatori per risolvere uno dei problemi più complessi della biologia odierna: il ripiegamento proteico. Proprio un mese fa i giocatori di Foldit hanno determinato la configurazione di un enzima responsabile per la riproduzione del virus hiv, una questione che ha tenuto impegnati gli scienziati per circa un decennio.

Ma c’è di più, Treuille ha esteso l’esperimento allo studio della struttura delle molecole di RNA, la cui comprensione aprirebbe nuove prospettive nella cura di malattie importanti. Si chiama EteRNA e dai primi risultati sembrerebbe che i videogiocatori riescano a comporre gli incastri delle molecole molto meglio dei più sofisticati algoritmi progettati dagli scienziati. EteRNA è un gioco particolarmente sveglio: le scoperte dei giocatori vengono inviate in tempo reale agli scienziati che, dopo aver elaborato i risultati sintetizzando le molecole secondo gli incastri suggeriti, aggiornano il gioco con nuovi puzzle.

Questo è crowdsourcing vero ed è incredibilmente sensato se pensate che solo il gioco Angry Birds consuma circa 200 milioni di minuti di intelligenza umana al giorno. Se siete bravi con i giochi puzzle fateci un pensiero, a voi la scelta tra il ripiegamento proteico e le molecole di RNA.

Vuoi condividere questo articolo?

Lascia un nuovo commento


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS