Articoli principali

15 luglio 2011

Ecco il nuovo product placement, ovvero come inserire le pubblicità di oggi dentro le serie tv di ieri

In una puntata della serie tv How I Met Your Mother qualcuno ha notato il cartellone pubblicitario di un film in programmazione nei cinema. Niente di strano, inserire oggetti di scena “firmati” con fini pubblicitari è un classico dell’advertising: si tratta del product placement (qua trovate la sempre divertente opinione di David Lynch in proposito). La cosa bizzara è che mentre la serie tv è stata girata nel 2006, il cartellone pubblicitario promuoveva un film uscito molto dopo, nel 2011.

Com’è possibile? A quanto parte l’azienda SeamBi, un “advertising technology innovator”, è capace di inserire nelle serie tv la pubblicità in postproduzione. Quel cartellone non era infatti presente nella puntata originale, è stato inserito solo dopo, in una replica dell’episodio. Cartelloni, libri, manifesti, SeamBi riesce ad inserire il brand in modi diversi, ma tutti perfettamente integrati nella scena (del resto SeamBI sta per Seamless Brand Integration).

Saltare la pubblicità cambiando canale è un classico comportamento del telespettatore e il product placement voleva proprio rispondere a questo “problema”. Ovviamente anche il product placement ha dei limiti. Vedere, immaginiamo, un portatile Macbook inserito in un film di oggi può funzionare, ma per uno spettatore del 2015, quando i Macbook saranno sostituiti da altro, quel product placement non servirà più a molto. Proprio qua si inserisce la novità principale di SeamBI: se la serie tv ha abbastanza forza per sopravvivere al cambiamento dei tempi (vedi, una per tutte, Friends) la pubblicità potrà essere aggiornata ad ogni nuova messa in onda e differenziata a seconda del paese in cui sarà trasmessa. In questo modo nelle trasmissioni italiane saranno inseriti prodotti diversi da quelli inseriti in America.

Chi è contro pensa all’integrità dello show, con motivazioni simili a questa, ripresa da un commento all’articolo originale“in How I Met Your Mother lo sviluppo temporale è fondamentale, c’è una cronologia rigida e con questo genere di product placement si rischia di confondere lo spettatore”. Non saprei, dal mio punto di vista è una risposta ingegnosa, guidata ovviamente dal profitto, ma nel complesso abbastanza innocua. Voi che ne pensate? — Via

Vuoi condividere questo articolo?

Lascia un nuovo commento


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS