Articoli principali

17 giugno 2011

Go the Fuck to Sleep, il libro per bambini per adulti

Chiaramente non è il libro che vorreste leggere a vostro figlio, perché non vorreste e non potreste mai dire a un bambino una cosa del genere. L’efficacia di Go the fuck to sleep, però, sta proprio nell’equivoco della sua forma: il libro funziona perché è una sorta di parodia di genere, anzi si inscrive perfettamente nel genere per testo e aspetto dell’oggetto concreto, ma al tempo stesso ne resta rigorosamente fuori perché è volgare. È volgare e quindi, anche se somiglia ai libri per bambini, ai bambini non si può leggere. È un messaggio solidale e liberatorio per l’adulto, che lo tiene solo per sé e ride, ride perché il libro assomiglia ai libri che è condannato a leggere ogni sera ma è diverso, ride perché riconosce che le sue debolezze non sono poi così gravi, ride perché c’è qualcuno che dice quelle cose indicibili al posto suo e lo libera dal pensiero e dall’irritazione, e gli permette di diventare un genitore più paziente e forse migliore.

Chiunque abbia un figlio, ma anche chiunque abbia mai dovuto far addormentare un bambino piccolo riconosce l’esasperazione e il senso di stanchezza e irritazione di Mansbach e può finalmente ammettere di aver pensato — solo pensato — di dire al bambino di dormire una buona volta, cazzo (in italiano evidentemente non si potrà mai tradurre in modo efficace).

Mansbach racconta tutti i trucchi dei bambini per prolungare le serate (farsi leggere l’ultima ma proprio l’ultima storia, andare in bagno l’ultima ma proprio l’ultima volta, farsi portare il bicchiere di acqua o di latte), e descrive anche gli scenari peggiori, quando è l’adulto ad addormentarsi mentre il bambino resta sveglio e… evade o quando il bambino si sveglia di nuovo proprio quando l’adulto è comodo sul divano e sta cominciando un desideratissimo film. Ma porta il lettore esausto a riderci su.

Il libro funziona e ha avuto un successo probabilmente imprevisto; a conferma del target adulto a cui si rivolge su Audible.com è stata pubblicata una bellissima versione in audiolibro letta da Samuel L. Jackson (si scarica gratis) e ne circola una seconda in cui la voce narrante è quella di Werner Herzog.

Il pdf in download gratuito si trova ancora qui, ma forse il cartonato (8.22 dollari da Amazon US) vale la pena.

Vivien ha tre anni, ora, e ad addormentarsi ci mette molto, molto di meno.

Vuoi condividere questo articolo?

Ci sono 2 commenti

  1. sto completamdo la traduzione del libro (che si intitolerà "Fa' 'sta cazzo di nanna") e vi faccio omaggio della prima strofa: Si acciambellano i gatti coi loro micini Gli agnelli pisolano con gli agnellini. Anche tu sei al calduccio, amore di mamma Ma adesso, tesoro, fa’ ‘sta cazzo di nanna.

    scritto da edoardo il 20 giugno 2011 alle 10:04

  2. Segnalo lo speciale di minimum fax su Mansbach: http://www.minimumfax.com/libri/speciali/5 Conoscere il tipo rende la cosa ancora più interessante.

    scritto da Riccardo il 26 giugno 2011 alle 11:51

Lascia un nuovo commento


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS