Articoli principali

11 maggio 2011

Infografiche e televisione, intervista al direttore di Link

Avete applicato le infografiche non solo ai dati grezzi della televisione come share e genere dei programmi ma anche alla struttura di una serie tv come Lost, come mai?
L’idea alla base di questo numero di Link era raccontare alcune storie attraverso l’uso dell’infografica. In buona sostanza, anziché avere articoli che raccontassero il cambiamento della tv e le sue ricadute su società e cultura (che è quello che cerchiamo di fare con Link), ci siamo proposti di farlo con le visualizzazioni. Il cambiamento più grande di questo decennio televisivo è stata la fuoriuscita della tv dal televisore. Oggi i programmi televisivi sono ovunque. Cos’è tv? Cosa non è tv? Quando un brand sfugge al controllo del broadcaster per vivere una vita nuova in Rete, la gestione del suo ciclo di vita diventa una faccenda davvero complessa. Lost non sarebbe comprensibile analizzandone solo i dati di ascolto. Avremmo solo un pezzetto della sua realtà. Così abbiamo provato a “mischiare” fonti di dati eterogenee che tenessero conto tanto dei dati Auditel quanto dei download e del P2P o del buzz che una serie è in grado di generare online. È stato il tentativo di dare una forma visibile a un fenomeno complesso. Abbiamo scelto Lost o, meglio, il piano dialogico di Lost, per comodità: era una delle poche serie che faceva al caso nostro di cui si potevano trovare online gli script di tutte le puntate. Abbiamo poi campionato gli script e individuato i legami e le corrispondenze. Le strutture narrative viste da lontano sono in grado di darci nuove informazioni e permettono di abbracciare la loro complessità con un solo sguardo.

Personaggi dispersi: Chi parla con chi in Lost. (click per ingrandire)

Flussi d’incoscienza: lo streamflow dei programmi più visti degli ultimi vent’anni.
Tutto l’ascolto minuto per minuto: sette giorni di share della televisione italiana (nell’immagine Rai 1 e Canale 5).

Link lo trovate in libreria. È lungo 260 pagine, costa 15 euro e li vale tutti.

Vuoi condividere questo articolo?

Lascia un nuovo commento


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS