Articoli principali

8 aprile 2011

Il primo Personal Talk: ecco qua Timbuktu

Ci pensiamo da tanto, e finalmente ce l’abbiamo fatta. Domenica 10 (cioè dopodomani) si terrà il primo — anzi, una specie di numero zero — Personal Talk, un incontro aperto al pubblico (cioè voi) con persone e progetti che ammiriamo e pensiamo valga la pena condividere.

Per inaugurare quella che speriamo sarà una lunga serie di appuntamenti abbiamo invitato le persone che stanno dietro a Timbuktu, la prima rivista per bambini nata e pensata per iPad, a presentare il progetto e raccontarci la sua storia. Queste persone sono Elena Favilli (Editor in Chief), Francesca Cavallo (Creative Director), Olimpia Zagnoli (Art Director) e Julian Koschwitz (Interaction Art Director), e non vediamo l’ora di farvele incontrare. Perché Timbuktu è una rivista unica, nata in Italia ma sviluppata in giro per il mondo, che tratta i bambini come i grandi. Noi ne abbiamo già parlato con loro qui.

«Volevamo fare un news magazine per bambini dai sei agli undici anni. Le news sono un territorio da cui i bambini sono tagliati fuori. Sembra spesso che l’attualità non li riguardi, che gli vadano raccontate solo storie inventate. Secondo noi invece l’attualità può offrire degli spunti enormi, e stiamo cercando di dimostrarlo. Dentro al primo numero, ad esempio, c’è la storia del grande censimento indiano del 2010, si parla di global warming e di un gigantesco blocco di ghiaccio di 260 km quadrati che l’anno scorso si è staccato dalle coste della Groenlandia (il primo numero ruota attorno al tema del ghiaccio)».

Se vi va, quindi, ci trovate in via Andrea Doria 20 (MM Caiazzo), dalle 18.30 alle 20.00 di domenica 10. Per partecipare (purtroppo i posti sono pochi, ci piacciono le cose intime) scrivete Voglio vedere Timbuktu talks@personalreport.it.

Vuoi condividere questo articolo?

Lascia un nuovo commento


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS