Articoli principali

24 febbraio 2011

La più grande infografica del mondo


Siete a Danderyd, comune svedese nei sobborghi di Stoccolma. Siete in un centro commerciale, avete fatto compere, avete un caffè fumante in mano e state per uscire per tornare in albergo. Una sfera rossa di trentacinque centimetri sospesa nell’aria attira la vostra attenzione. Congratulazioni, avete appena trovato il modello di Marte in scala 1:20 milioni della più grande rappresentazione del sistema solare del Mondo.
Il progetto Sistema Solare Svezia è tanto ambizioso quanto folle: costruire una replica in scala dell’intero sistema solare e stenderla per tutto il territorio della Svezia. L’astrofisico Nils Brenning e il collega Gösta Gahm devono aver avuto l’idea quanto nel 1989 a Stoccolma venne inaugurato la Globe Arena (ora Ericsson Globe, nella foto qui sopra), il più grande edificio emisferico del mondo. 110 metri di diametro. «Non sarebbe un bel Sole?», devono essersi detti. Lo sarebbe, sì.

Nove anni dopo, e a meno di tre chilometri di distanza, appena fuori dalle porte del Museo della Città di Stoccolma veniva inaugurata una sfera di appena 25 centimetri di diametro: Mercurio. Da allora il progetto non si è più fermato. Arrivando, un pezzo per volta, a collocare tutti i modelli dei pianeti sul territorio svedese. Plutone (sistemato nel 2000, ben prima che l’Unione Astronomica Internazionale decidesse che la palla era sua e che Plutone era solo un pianeta nano) è alto 12 centimetri ed è a trecento chilometri dall’Ericsson Globe. La Terra è alta 65 centimetri ed è – guarda un po’ – collocata al museo di storia naturale di Stoccolma.
Non sono solo i pianeti però a fare il sistema solare. Ad esempio: lo scorso anno nella scuola di Saltsjöbaden è stato collocato il modello di Saltis, un piccolo asteroide appartenente alla fascia di asteroidi in orbita tra Marte e Giove scoperto all’osservatorio astronomico della città. È grande meno di un millimetro. E ancora, a ottocento chilometri da Stoccolma, su, in alto verso il circolo polare artico c’è il modello di Sedna, un “oggetto trans-nettuniano”.

Non è un’infografica però, direte voi. E quindi non può essere “l’infografica più grande del mondo”. Rispondo. A meno che non vogliate prendere la macchina e percorrervi tutti i novecentocinquanta chilometri che separano l’Ericsson Globe dalla placca che indica l’area del “Termination Shock” (là dove “il vento solare rallenta a velocità subsoniche”) e la fine del Sistema Solare Svezia dovrete fidarvi delle cartine che accompagnano ogni modello. E costruirvi, dentro alla testa, la più grande infografica del mondo.

La fotografia è di bengt-re.

Vuoi condividere questo articolo?

Ci sono 1 commenti

  1. [...] personalreport.it e wikipedia Bazingato Qui da iCapron e Quo da Keffepi Architettura, Astronomia, Infografica [...]

    pingback dal sito Il più grande modello in scala del sistema solare | Lega Nerd il 1 marzo 2011 alle 16:56

Lascia un nuovo commento


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS