Articoli principali

7 luglio 2010

Best Ukulele

Arriva l’estate: le giornate si allungano, le doccie abbondano, i portatili scottano, le chitarre rimpiccioliscono e diventano ukulele. ¡Que viva l’ukulele!

L’ukulele è l’adattamento hawaiano di uno strumento di origine portoghese chiamato cavaquinho. Secondo wikipedia, veniva utilizzato dagli indigeni hawaiani per accompagnare le loro danze rituali. Il nome in lingua hawaiana significa pulce saltellante e sembra collegato alla velocità con cui abitualmente questo strumento viene suonato. Una variante con lo stesso nome ma di chiara origine cinese, è da qualche giorno in vendita da Feltrinelli – dal 21 giugno, sostengono alcuni. Perché ukulele vuol dire estate, ed estate vuol dire ukulele. Lo sapeva Elvis, lo sanno Lilo e Stitch, e lo sa Isral Kamakawiwo’ole, che nel 1997 ha inciso questa cover di “Somewhere over the rainbow”. Una pioggia di frutti tropicali e l’unico esempio necessario a provare questa equazione.

Non è un caso che Ukulele voglia dire estate: è una chitarrina suonata con frenetici ritmi in levare, ma miracolosamente non è reggae. Gli somiglia, ma è un’altra cosa: va a pescare in altri fondali – ancora meno profondi, se possibile, ma anche più limpidi. E paradossalmente, la canzone che ha incarnato al massimo questo spirito ukuleliano è “I’m yours” di Jason Mraz, di due o tre estati fa (l’estate dopo “Toda joia toda beleza” per capirci). Ascoltatela, e rimarrete totalmente ukulelizzati, se non fosse che “I’m Yours” l’ukulele non ce l’ha. E allora ci tocca premiare la nutrita progenie di questa fondamentale canzone dell’estate, ed ecco che  il titolo di best pulce saltellante va a due cover di “I’m Yours” – un pareggio, nel miglior summer spirit.

La prima vincitrice è una cover non dichiarata, firmata dai Train (volendo, da sempre la best band banale del mondo) che con la loro nuova canzone “Soul Sister” hanno pensato bene di ricopiare “I’m Yours” ma aggiungendoci l’ukulele.

La seconda è una cover vera, ad opera del misterioso bambino asiatico che suona in mezzo ai mobili ikea. Ve la proponiamo qui, con la certezza che alcuni video virali di youtube danno più soddisfazione di altri. Il vero BEST UKULELE resta sempre lui.

Vuoi condividere questo articolo?

Ci sono 1 commenti

  1. [...] bambino con l’ukulele, baby star di youtube, lo conoscete tutti, e noi ne abbiamo parlato più volte quest’estate. Ora, io Makoto ve lo ripropongo con una nuova canzone e in una versione più [...]

    pingback dal sito Makoto e il suo ukulele diventano star a tutti gli effetti | Personal Report il 28 ottobre 2010 alle 11:25

Lascia un nuovo commento


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS