Articoli principali

2 aprile 2010

Memphis Blues (Again)

memphis04In occasione del Salone del Mobile 2009 avevo scritto un articolo su Memphis, il movimento di design che negli anni ’80 ha scandalizzato le gallerie milanesi (e non solo) rovesciando le regole del progetto in virtù di un approccio profondamente post moderno. Qualche giorno fa ho incrociato un set di immagini che sarebbe stato perfetto per accompagnare quell’articolo: la collezione incredibile di pezzi Memphis curata da Dennis Zanone. Altre immagini dopo il salto.

Inizialmente ho dato per scontato che un ambiente caratterizzato da tale saturazione stilistica, cromatica e materica, non potesse essere altro che uno spazio espositivo. Scopro in realtà che quello nelle immagini è l’appartamento dove Zanone vive — come evidenzia anche la presenza della televisione vicino al letto. Un appartamento dove il tempo sembra essersi fermato quasi vent’anni fa e dove, a quanto apprendo da flickr, gli ospiti sono invitati a non accomodarsi in salotto («I am a little paranoid when people come over and think they can sit in my “living room”, they just don’t get it»).

Il suo archivio, consultabile su flickr, documenta molti aspetti Memphis meno conosciuti (tra cui un’interessante raccolta di manifesti e cravatte). Per chi volesse c’è anche una pagina facebook in cui si può diventare fan della collezione. — Via

memphis05memphis03memphis01

Vuoi condividere questo articolo?

Lascia un nuovo commento


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS