Articoli principali

11 marzo 2010

Opening Cerimony spent a saturday with

opening1Probabilmente questo titolo non vi risulterà nuovo, spero. Sia Opening Cerimony che Spike spends a Saturday with, sono già stati avvistati qui da noi. Ma io vi avevo accennato soltanto ad Opening Ceremony showroom, ma chi ci sta dietro è una coppia (non coppia d’amore eh) di personaggi fantastici. Visto che in quello che fanno, dal 2001 ad oggi, non ne hanno sbagliata una, mi è sembrato doveroso spendere due parole per loro. E pare che Spike Jonze la pensi allo stesso modo, perchè dubito li abbia intervistati solo perchè aveva un sabato libero.

Carol Lim e Humberto Leon si conoscono dai tempi del college, e sono un po’ quelle anime gemelle perfette per creare qualcosa di speciale: avete in mente quando non c’è bisogno di dire niente che tanto l’altro ha già capito, o quando si prende una decisione tenendo presente inconsciamente le idee e le opinioni dell’altro? Bè ecco loro sono così. Il fatto che siano in grado di parlare in sincro ne é la prova schiacciante. Iniziate a guardare quest’ intervista per capire di cosa sto parlando.

Non voglio annoiarvi con biografie dettagliate, quindi mi limiterò a condividere con voi un po’ di fun facts che riguarda il duo di OC. Innanzitutto il nome: Opening Ceremony è proprio la cerimonia d’apertura delle Olimpiadi, che essendo ogni quattro anni, in un paese diverso rappresenta quello che hanno deciso di fare loro, ovvero visitare ogni anno un paese diverso, dove trovare nuovi designer da esporre in showroom. Per il primo viaggio andarono a Honk Kong: la merce fu sold out in due settimane. Due settimane! Nel giro di un anno, il viaggio di rifornimento a Hong Kong è stato ripetuto sedici volte. È chiaro che il loro è stato un ottimo inizio.

L’idea alla base di tutto? Creare un luogo dove poter stare fino a tardi con gli amici, dove incontrare persone e passare del tempo. L’idea del negozio è in realtà secondaria, dicono. Nella video-intervista fatta dal loro ormai amico Spike Jonze, confessano che quando hanno iniziato pensavano di non dover lavorare mai più: avrebbero aperto un posto bellissimo e divertente, infilato qualche commesso, e loro avrebbero fatto shopping e i fatti loro per tutta la giornata. Ora, il giorno dell’apertura, quando i primi clienti sono entrati, Carol e Humberto si sono resi conto di essere solo loro due dentro il negozio, e presi dal panico si sono nascosti nel retro a spiare le persone da un buco nel muro. Perché? “We didn’t want people to think that we were trying to sell them anything”. Altro che quei commessi che ti saltano al collo!

Pare che il loro segreto sia l’assoluta non competenza nel settore. O meglio, loro non hanno idea di come un negozio dovrebbe effettivamente essere, di cosa dovrebbe necessariamente esserci, ma fanno e mettono solo quello che piace a loro, mettono in pratica ogni idea che hanno in testa, giusto per poter poi dire “checked, we did it” (come è stato per questa fashion night out-block party dell’anno scorso), sperando che così facendo piaccia anche agli altri. E piace, molto. Tant’è che hanno aperto altri tre negozi, tra Tokyo, Los Angeles, e da pochissimo di nuovo a New York, all’interno dell’Ace Hotel.

3-dental-packQuest’ ultimo concettualmente dovrebbe essere una sorta di gift shop degli alberghi, dove prendere souvenirs. Ma è chiaro che una penna Bic featuring Martin Margiela, uno scaffale pieno di Mc Sweeneys, un angolo di caramelle Haribo, dentifricio importato dal Giappone e set da viaggio personalizzati lo rendono decisamente fuori dal comune.

4-feather-pen1Potrei davvero continuare ancora tanto, elencando le numerosissime collaborazioni con i vari designer, brand e attori, ma forse sta diventando lungo e chissà quanti di voi avranno effettivamente letto tutto fino a qui. Per cui vi lascio consigliandovi vivamente la prima e la seconda parte dell’intervista di Spike Jonze, che di sicuro vi farà affezionare, e dedico i Must Have di questa settimana a loro: all seen @ Opening Ceremony.

Vuoi condividere questo articolo?

Lascia un nuovo commento


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS