Articoli principali

29 marzo 2010

Erasing David

Erasing DavidNon ve lo auguro perchè, se così fosse, significherebbe che non ve la state passando benissimo, ma se per qualsiasi ragione voleste tentare di sparire dal mondo senza lasciare tracce credo che questo documentario potrebbe tornarvi utile. Erasing David è il racconto di un esperimento: David Bond, il regista, parte da Londra verso una destinazione ignota e sfida due tra i migliori investigatori privati del mondo a trovarlo nel giro di 30 giorni. I mezzi: internet, telefoni, carte di credito e telecamere di sicurezza, come nei film. Il fine è capire quante e quali siano al giorno d’oggi le informazioni su di noi disponibili a terzi e quanto siano vulnerabili le nostre identità.

Ma qual è il senso di questa operazione? Dal trailer si può intuire che Bond ha una gran voglia di spaventarci a morte (“if you’ve got nothing to hide, surely there’s nothing to fear?”), ma cosa dovrebbe fare lo spettatore mediamente preoccupato per la propria privacy una volta visto il documentario? Ha davvero senso avere paura? Credo che alla base di Erasing David ci sia una buona idea ma che sia necessaria una visione consapevole della forzatura dell’operazione per poter giungere a delle considerazioni realistiche. Per dire: dopo i titoli di coda non sparite da Facebook se non è strettamente necessario, che non ha senso.

Un’ultima informazione che potrebbe rendere questa segnalazione un po’ inutile, almeno per ora: ad oggi è possibile vedere qui Erasing David solo negli USA, nel Regno Unito e in Danimarca. Vi terrò aggiornati su un’eventuale (e verosimile) uscita in dvd.

Vuoi condividere questo articolo?

Ci sono 1 commenti

  1. quanto piacerebbe farlo anche a me.... ciao Simone sempre interessante quello che posti.

    scritto da KATERINA il 12 aprile 2010 alle 13:51

Lascia un nuovo commento


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS