Articoli principali

17 febbraio 2010

Too Young To Love

Too Young To Love

C’è una formula che da qualche anno a questa parte troviamo ripetuta fino alla nausea, ogni qual volta ci si trovi a parlare di una band italiana che possa essere definita all’avanguardia o che quanto meno abbia le carte in regola per non sfigurare sul mercato internazionale. ”Se venissero da New York sarebbero sulla bocca di tutti”; “Se fossero nati a X e non Y potremmo scommetere su di loro come next big thing“.

Io ho sempre detestato questo tipo di considerazioni che, veritiere o meno, lasciano inevitabilmente il tempo che trovano, e i Too Young To Love ne sono in qualche modo la prova vivente. Milano sulla carta d’identità del gruppo e non so quali altre città su quelle dei tre componenti, i nostri sono sicuramente tenuti d’occhio con molto più interesse al di fuori dei confini nazionali che non quanto avvenga dentro. Prontamente notati da riviste e webzine attente e importanti quali Dazed & Confused e The Pix gli italianissimi TYTL sono la dimostrazione che la qualità, quando presente, viene in qualche modo valorizzata.

Se doveste capitare a Londra l’ultima settimana di febbraio non perdetevi uno dei loro show, visto che suoneranno praticamente ogni giorno, e secondo me ne vale assolutamente la pena. Nel frattempo andatevi a sentire i loro nuovi pezzi su MySpace, secondo me in tanti apprezzeranno.

Vuoi condividere questo articolo?

Lascia un nuovo commento


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS