Articoli principali

18 giugno 2009

Hektor VS Paul Hoc

Di Hektor, quello sotto, ne avrete sicuramente già sentito parlare. È in giro dal 2002 ed è un progetto firmato Écal (la nota accademia d’arte di Losanna). Hektor è un sistema portatile che permette di stampare su muro un disegno progettato al computer usando delle bombolette spray. Mostre, eventi e piccoli vernissage lo hanno visto protagonista praticamente in tutto il mondo. Sul sito una storia un po’ più precisa e le immagini delle performance più note. Qui il video dell’ultimo progetto.

Quello sopra, invece, è Paul Hoc. Un piccolo robot-pittore che, sempre partendo da alcuni input del computer (ma con molta più autonomia rispetto ad Hektor) dipinge sulle superfici che si trova davanti. Paul Hoc è stato presentato alla Biennale d’Arte di Saint Etienne nel 2008 e per dipingere usa dei pennarelli.


Sono due progetti simili frutto di due ondate diverse (2002 e 2008) dello stesso DIY e lo dimostra il fatto che il team di quello venuto prima, Hektor, vede la presenza fondamentale di un ingegnere, mentre in Paul Hoc l’ingegnere, ammesso che abbia partecipato, non è stato neanche nominato. Una conseguenza probabilmente dovuta alla semplificazione del passaggio da idea a prototipo. E di questo ne riparliamo presto.

Vuoi condividere questo articolo?

Lascia un nuovo commento


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS