Articoli principali

8 giugno 2009

Chaweemek

È interessante che in Thailandia ci sia un movimento lomografico più importante di quelli attivi in molte capitali europee (per non parlare dell’Italia), ma è interessante soprattutto il loro esponente Chaweemek. La sua idea è di trasformare sequenze di fotografie in brevi cortometraggi low-fi. Il primo è stato fatto scattando 745 fotografie con una Holga modificata poi messe in sequenza.

L’altro, molto più originale, è un tentativo di applicare l’effetto bullet time (quello usato per la “prima volta” dai fratelli Wachowski in Matrix nel 1999) usando, al posto di tecnologie all’avanguardia, un gruppo di fotografi in cerchio armati di macchine analogiche. Giusto per puntualizzare: l’ideazione del bullet time è attribuita a un regista giapponese che lo propose ben dieci anni prima dei fratelli Wachowski.

Vuoi condividere questo articolo?

Lascia un nuovo commento


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS