Articoli principali

29 maggio 2009

La natura in tv è noiosa

Planet EarthD’accordo, è una provocazione abbastanza infantile. Ma credo funzioni perché in parte vera: mi sembra sempre di più che ultimamente, a parte i nerd dei documentari sulla natura, nella mente delle persone che, come me, sono culturalmente pigre, l’immagine residua di questo genere di intrattenimento didattico è andata via via impallidendo, diventando un oggetto sempre potenzialmente interessante ma quasi mai fruito. Ecco perché oggi vi parlo della serie Planet Earth della BBC, canale televisivo inglese spesso miracoloso.

In Gran Bretagna gli undici episodi della serie, ognuno dedicato a un ambiente geografico come Oceani, Caverne o Deserti, sono stati trasmessi nel 2006, quindi non vi parlo di una novità, ma di qualcosa che in Italia credo sia passato inosservato. Il risultato è aver perso una vera e propria rivoluzione, iniziata con il predecessore The Blue Planet, di un modo di fare e guardare il documentario.

Realizzato in quattro anni, costato sedici milioni di sterline e girato con tecnologia HD quando l’HD era ancora un rischio tecnico ed economico, il risultato è nel trailer qua sotto.

Ecco, più o meno credo abbiate capito di cosa si tratta. E vi assicuro che godervi 50 minuti — questa la durata di ogni episodio — di immagini simili in HD, magari su uno schermo più grande, narrate da un inglesissimo accento come quello di David Attenborough è un piacere pari e spesso superiore alla visione di molte delle serie tv che siete abituati a guardare; per capirci, Time Magazine l’ha classificata quarta tra le migliori serie del 2007; per capirci, sono documentari che hai voglia di guardare con una birra in mano.

A questo punto, i modi per vederlo sono diversi:

· Su Youtube è uploadato per intero, anche in HD, qui.

· L’edizione dvd italiana, con sottotitoli italiani, intitolata Pianeta Terra, si trova nei grandi negozi come Fnac e Feltrinelli a soli 29,90 euro, e online a prezzi simili.

· E se per caso, non ho idea di come questo possa succedere, vi ritroviate per magia nel vostro computer il file di una puntata (in HD, mi raccomando), su opensubtitles potete trovare i sottotitoli in inglese.

 

Bonus track: Jerboa nano

Scusate. Non c’entra nulla con la BBC, ma ho visto il video qua sotto quando avevo già in mente di scrivere questo post e, per assonanza di intrattenimento zoologico, non ho resistito a inserirlo qua in fondo. Via Paul the wine guy, ecco a voi l’animale che riesce a essere allo stesso tempo dolcissimo e profondamente inquietante. Certi documentari sulla natura si girano anche con una handy-cam.

Vuoi condividere questo articolo?

Ci sono 11 commenti

  1. Via, basta, tu in qualche modo mi spii. Comunque non è passato inosservato, anzi, ne han parlato anche i tiggì e i giornali, il punto è che qui è proposto a dei prezzi folli, specie nella versione bluray (il cofanetto BR italiano costa qualcosa come 90 euro). Guardarlo in LD ha poco senso, l'alternativa è comprarlo inglese dai siti UK (i soliti), si riesce a farlo arrivare con 30 euri. Ed è veramente una goduria immensa.

    scritto da Gabriele il 29 maggio 2009 alle 16:40

  2. ahem, forse mentre passava sui tg ero in vacanza, chiedo venia. e grazie anche per aver dato maggiori info sul cofanetto.

    scritto da Pier Mauro il 30 maggio 2009 alle 16:08

  3. Per fortuna non ho mai pensato che fosse la natura fosse noiosa in tv. Mi ricordo che fin da piccolo apprezzavo parecchio programmi come Geo&Geo e SuperQuark e che, se potevo scegliere tra cartoni animati e documentari, sceglievo la 2° opzione! Per questo ti becchi un bel 10+ per questa segnalazione (che ho già provveduto a fare mia)!!!

    scritto da Franz! il 2 giugno 2009 alle 09:34

  4. niente cavalieri dello zodiaco? holly e benji? dai, qualcosa sì...

    scritto da Pier Mauro il 2 giugno 2009 alle 20:14

  5. Certo caro!!! "Cavalieri dello Zodiaco" e "Holly e Benji" era il pane quotidiano...ma ti ricordi gli orari in cui venivano trasmessi i cartoni FIGHI, come quelli sopracitati??? Fascia oraria dalle 16 alle 18. Oppure dalle 13 alle 15. Geo&Geo iniziava alle 18 (con la mitica Licia Colò, che ai tempi faceva ancora qualche documentario in prima persona!) e SuperQuark che veniva trasmesso alle 20.30/21! Per cui da teledipendente, quale non sono, ribadisco che i DOCUMENTARI SPACCANOOOOOO....eheheh E IMPORTANTISSIMO SEGNALO ANCHE QUESTA NEWS: "...Home, casa. Casa come il pianeta in cui viviamo, bellissimo o distrutto. Quello che il fotografo e giornalista Yann Arthus-Bertrand immortala da anni con le sue meravigliose vedute aeree - La terra vista dal cielo è uno dei suoi capolavori più famosi, un libro puzzle fatto di prati, oceani, paesaggi, catene montuose e uomini, tutti fotografati dall’alto. Lo stesso mondo che Luc Besson ha cercato di portare in un film, da lui prodotto e realizzato da Bertrand, Home appunto." Il link è qua: http://www.youtube.com/homeproject

    scritto da Franz! il 5 giugno 2009 alle 14:55

  6. e tra l'altro Home l'hanno passato ieri sera tardi su rete 4, ed era effettivamente meraviglioso

    scritto da Susanna il 6 giugno 2009 alle 11:58

  7. [...] fare (e la BBC lo fa particolarmente bene: abbiamo già parlato della bella serie di documentari Planet Earth) ma ai miei occhi di italiano assuefatto al duopolio malato Rai-Mediaset sembrano cose dell’altro [...]

    pingback dal sito So we'll go no more a-roving | Personal Report il 28 luglio 2009 alle 09:31

  8. Per il momento ho visto solamente il trailer, ma le immagini sono veramente emozionanti. Cmq fa tanto anche la colonna sonora dei Sigur Ròs. Vedendo queste immagini, montate assieme alla loro musica mi fa tornare in mente il loro ultimo DVD "Heima", che documenta il tour in Islanda svoltosi nell'estate 2006. Anche in questo documentario musicle le canzoni dei Sigur Ròs sono accompagnate da delle immagini stupende dell'Islanda. In tema di nuovi linguaggi per comunicare la scienza vi lascio poi una segnalazione. Realizzato sicuramente con meno fondi, ma di una bellezza artistica impressionante, vi propongo di dare un'occhiata a Green Porno, una serie di mini episodi dedicati alla vita sessuale degli animali interpretati e diretti da Isabella Rossellini. Qua trovate tutti gli episodi. http://www.sundancechannel.com/greenporno/

    scritto da Paolo il 1 settembre 2009 alle 12:10

  9. heima: http://www.personalreport.it/2009/04/heima/ green porno: http://www.personalreport.it/2009/07/green-porno/ a quanto pare tu e personal report avete gusti simili (:

    scritto da Pier Mauro il 2 settembre 2009 alle 01:38

  10. pare che sia così! complimenti, gli altri post mi mancavano!

    scritto da Paolo il 16 settembre 2009 alle 12:24

  11. [...] chiaro subito: come le precedenti Planet Earth e Blue Planet, anche la nuova serie di documentari della BBC, Human Planet, è qualcosa che tutti [...]

    pingback dal sito Il nuovo grande documentario BBC, sugli esseri umani | Personal Report il 18 gennaio 2011 alle 11:49

Lascia un nuovo commento


Materiale fotografico e immagini, salvo dove diversamente indicato, è da intendersi di proprietà degli autori citati.
Progetto grafico e sviluppo a cura di Guido Tamino. Un grazie a WP.


Chi siamo | Contatti | Feed RSS